#save194

Riproposizione del ferro da calza.  Italia. Anno 2012.

La libertà è un diritto umano inalienabile. Anche quella di una donna di decidere o meno di portare avanti una gravidanza.  E io, come donna, resto senza parole. E penso: stiamo tornando ai ferri di calza?

La decisione di interrompere una gravidanza non è mai facile e lascia delle ferite profonde che solo la pazienza del tempo riesce a sanare. Ma l’Italia non sarebbe un paese civile se non garantisse dal punto di vista legislativo questo diritto con quella legge 194 che ora tanto fa discutere.

Nel secondo dopoguerra emerge prepotentemente la figura di una donna che in quanto essere umano libero ed eguale acquisisce la consapevolezza di non essere solo una macchina sforna figli-pulisci casa-cucina cibo buono. Alcune donne, durante la Resistenza,  hanno preso in mano i fucili, hanno fatto le staffette e hanno contribuito a fare uscire il paese da una situazione postbellica disastrosa.  E ancora vogliono decidere loro quando innamorarsi, sposarsi, fare carriera, rimanere incinta e divorziare.

E ora? Stiamo tornando indietro. Sono tutti bravi a puntare il dito e giudicare: le donne che decidono di interrompere una gravidanza sono delle assassine. Si sente dire. E io rispondo: e tu che fai nell’insulsa intimità della tua casa?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...