Il peso dell'ordinarietà

Mi capita quasi tutti i giorni. Di avere quell’espressione là. Si esattamente quella di Tony Stark. Sconvolta ed allibita di fronte alle bizzarrie delle persone. In un primo momento fa da padrone l’occhio sbarrato. Poi cè la fase dell’esame di coscienza. Si sono molto sicura di me e penso di non aver fatto nulla di male. Forse non devo permettere a tutti indiscriminatamente di leggere nei miei pensieri e nei mie sentimenti.

Ma poi mi dico. Ma Michela perchè tanti problemi? Sei intelligente e disciamo pure carismatica. Meglio far parlare di se (sempre nei limiti della moralità s’intende) e scatenare flame. Piuttosto che essere un perfetto nulla.

Ehi tu come ti chiami? Scusa sei cosi invisibile che avevo dimenticato il tuo nome.

Bye

Annunci

Il peso dell’ordinarietà

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...