La mediocrità e l'eccellenza. Analisi sociosbilenca della generazione Italia.

Stamane ascoltavo un programma radiofonico. Si parlava di noi. Generazione senza futuro. E della possibilità di devolvere un quarto della pensione di quei fortunati che ne usufruiscono alle politiche del lavoro. Mi è scoppiata in testa una domanda: quanto sono responsabili le vecchie generazioni di questo disastroso stato delle cose? Secondo me molto. Loro non ci danno spazio e pensano di sapere sempre tutto. Ma molti (ovviamente non tutti) navigano nella mediocrità. Non ci stanno dentro insomma. Sanno usare a malapena il cellulare e non si cimentano con i nuovi strumenti 2.0. Io, collaboratrice presso una PA, questa situazione la vivo ogni giorno. Ed è terribile non poter fare niente.
Poi torno a casa e sfoglio Wired. Leggo articoli entusiasmanti di gente fantastica che vive vite strabilianti. E mi riprendo dalla precedente ondata di mediocrità. Questa rivista mi da la possibilità di pensare e di imparare. E tra una pagina e l’altra sogno. E ancora sogno di poter, un giorno, lavorare in una super società web 2.0 come consulente marketing e comunicazione. Perché sono sicura di poter dare il mio contributo. Ho idee e voglio portarle avanti costi quel che costi.
Grazie a Wired di alimentare i miei sogni.

Annunci

La mediocrità e l’eccellenza. Analisi sociosbilenca della generazione Italia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...